febbraio 21, 2019     |
@ La posta degli amici

(1) In questi giorni pensavo che lo sport a cui sono più legata è senz'altro la corsa. Ogni tanto però sento il bisogno di uno stimolo esterno per allenarmi: come leggere le storie dei traguardi raggiunti da qualcuno che conosco, oppure sognare di partecipare a nuove gare. Eppure so bene che se manca quella luce che ti fa sfarfallare realmente il cuore è difficile poi agire. Oggi ho riletto i post che scrivevo nel mio blog quando preparavo la maratona ... e mi sono sentita tremare di nuovo le gambe. Perché quell'amore che provavo correndo era veramente un dono. La motivazione è dentro di noi sempre. È lì che ci dobbiamo cercare e da lì che poi si parte per offrire il meglio di noi stessi. Simona QDR

 

https://lemozioneneimieipassi.blogspot.com/2013/08/le-nuvole-scorrono-veloci-nel-cielo.html?fbclid=IwAR3sDgc29ElMdmXDoFAPCtvDGrU7CS44yTMzYPpiqnDInQYIIYjRLuqfVOo

 

(1.1) Simona ... bellissime parole. Renato QDR

(1.2) Io sto ricominciando tutto ... fermo 7 mesi ... poi per non abbandanore lo sport mi accontentano di camminare ... ma dentro di me una forza mi ha fatto ricominciare a correre come dall'inizio dal km. 1 a oggi al km. 15. La mancanza della gara il pettorale mi mancava tantissimo e allora il primo traguardo era SOLO come mi sono sentito dire di km. 10. Ma per me sono stati e sono dei traguardi importantissimi. Questi traguardi mi spronano a fare meglio ogni giorno e mi aiutano ad avere nuovi obiettivi . Adesso la mezza per esempio . E con la tenacia arriverò oltre ne sono sicuro. Con tutti i metodi che voglio correndo per 700 metri camminando forte per altri 300 mt. e così via, non guardo il tempo non mi interessa più, guardo i km. rggiungendo obiettivi vecchi e nuovi. Sempre stimolato a fare uno sport che mi da tantissime emozioni che ogni giorno condivido fiero con la mia famiglia e con i miei amici e con te Simona, GRAZIE. Walter QDR

(1.3) Sai Walter quando si fa ciò che si ama ogni sua espressione dà gioia. Parliamo spesso di tempi e km ma è solo la superficie di qualcosa di più profondo. È qualcosa di speciale che possediamo senza saperlo e che lo sport porta a galla. E non parlo di capacità fisiche, ma di perseveranza, pazienza, sacrificio e solidarietà. Tutto questo è molto bello. Simona QDR

(1.4) Si Simona credo che la corsa in realtà sia solo lo specchio di ciò che siamo. Bellissime parole ... che trasmettono e fanno provare quelle emozioni che solo noi possiamo comprendere ... ognuno con le sue fatiche, ognuno con i suoi pensieri, i suoi obbiettivi i suoi piccoli ma immensi traguardi ... ognuno ma poi tutti insieme. Manuela S. QDR

(1.5)  È vero Manuela. Goditi tutto l'allenamento per la tua maratona. Sarà quello che ti rimarrà per sempre nel cuore.  Almeno per me è stato così. Goditi il percorso. Simona QDR

(1.6) Simona si è proprio quello che voglio fare ... ho capito che non saranno solo quei 42 km ma 5 mesi e 42 km ... e mi voglio divertire come sto facendo ... poi sia quel che sia ma con il sorriso! Manuela S.

(1.7) E poi dicono che le persone sono aride ... tsé ... Greta QDR

(1.8) Se ti manca quella luce che ti fa sfarfallare il cuore perché non può correre insieme a te ... è difficile riuscire a correre ... Emanuela QDR

(1.9) Cara Emanuela immagino che sia proprio vero. Un abbraccio forte. Simona QDR

# Ricorderemo volentieri

(16) PESCHIERA BORROMEO - 25 NOVEMBRE
GRANDE GRUPPO QDR IN GIR ALA CAVA

Bellissima corsa a Peschiera Borromeo. Mi sono divertita tanto cercando di mantenere un passo convincente e dignitoso ... e da qualche parte c'è un video di me e Piero che balliamo a un ristoro! Quelli della Goliardia  Grazie Qdr, è sempre bello rivedervi. Simona QDR

Non tutte le domeniche sono uguali e soprattutto non tutte le corse sono uguali ... vuoi per una ragione vuoi per l’altra oggi la fatica è stata devastante ... nessun accorgimento è servito per non pensare ogni istante “mo mi fermo chi me l’ha fatto fare” ... forse non mi dovrei far prendere dall’entusiasmo iniziale tenendo un ritmo troppo più alto del mio ma provate voi a correre con un gruppo fantastico come il nostro senza farsi prendere dall’entusiamo ... IMPOSSIBILE!! Oggi uno stra ringraziameto va a Daniele che con i suoi racconti sugli ufo e il mitico inno mi ha scortata (senza distintivo) con il suo spirito unico e ad Antonio che, con la scusa della sua mano moribonda, mi ha fatto compagnia metro su metro e a Stefano silenzioso e costante! Felicissima di aver conosciuto Simona che mi sembrava di conoscere da sempre! Oggi non sarà stata una corsa così “divertente” e “spensierata” ma sicuramente istruttiva ... sento la voce del mio guru Renato “dovevi partire pianooo” (eh già) grazie QDR ... come sempre top e felice di aver coinvolto Claudia ... Judit oggi ci hai abbandonate!! Franco sempre in forma complimenti. Manuela S. QDR

QdRanger: 20 km effettivi, svariati inni, un paio di Km come scorta alla prima delle donne competitive, un po' di conversazione in lingua spagnola con il mitico QDR Estephan, una bella pipì col bell'Antonio, un paio di km a passo di marcia, quattro chiacchiere e quattro risate con la santa, un paio di allunghi con Graz il Razzo Graziano, scroccato un caffè al bar ecc ... bella corsa, grazie a tutti!. Daniele QDR

Una tapasciata è organizzata su due percorsi, uno da 12 km e uno da 20 km. Alla partenza metà di un gruppo dichiara di voler correre sul percorso breve mentre l'altra metà intende percorrere quello più lungo. Considerato che il gruppo indossa la maglia rossa QDR, il candidato calcoli:
1 - quanti podisti completeranno il primo e quanti il secondo percorso.
2 - quali tecniche verranno messe in campo, al bivio, dalle due fazioni.
Franca QDR

Svolgimento: Visto che nell'enunciato viene omesso di fornire un dato fondamentale, e cioè il numero totale dei partecipanti, la domanda uno è palesemente un trabocchetto, la cui risposta non può essere che: 100% percorso da 20 Km. E' ovvio che l'orgoglio di indossare una maglietta rossa QDR non possa essere ridimensionato da un percorso di miseri 12 km (nemmeno il minimo sindacale per essere considerata una tapasciata degna della maglietta rossa). La seconda domanda invece pone un problema più complesso da risolvere, in quanto solo una approfondita conoscenza delle dinamiche del gruppo potrebbe portare ad una ragionata soluzione. A questo punto, ripiego sulla tradizione e mi butto sul più classico dei proverbi: "Abbiamo fatto 30 facciamo 31" Naturalmente rivisitato per l'occasione in "Abbiamo fatto 12 facciamo 20". Roberto S.

 

(15) OSSONA - 25 NOVEMBRE
QDR ALLA OSSONAINSIEME

Quarto anno alla corsa di Ossona, sia per la sua comodità che per i percorsi che, alla fine, non sono certo brutti: siamo nella nostra pianura, non possiamo pretendere chissà che, però tutta campagna, cascine, percorsi segnalati e anche il meteo che ci ha graziato con una discreta mattinata. Siamo 7, magnifici 7, purtroppo non entriamo nella classifica gruppi, perchè i podisti sono tanti, e i gruppi sono molto numerosi (Salamelle, VTV, anche pavesi e del varesotto): per dire che alla fine la coda per la polenta con salsiccia ci ha scoraggiato ed abbiamo lasciato i nostri buoni ristoro a Lamberto che avrà nutrito tutta la famiglia con le nostre polente. Completavano il Settebello le diversamente ragazze Gianna, Stefania, Oriana ed i giovanotti Franco e Renato, che avrebbero voluto farmi compagnia sui 18 km. ma che purtroppo ho visto solo alla partenza e alla fine; ma comunque sono soddisfatto della mia "prestazione", perchè ho corso sempre con discreto, per me, ritmo, in questi tempi lombo-sciatalgici. Il percorso solito, con il passaggio nel parco del Roccolo, tra Arluno e Parabiago, e il secondo ristoro dalla Cascina Poglianasca, villa neoclassica. Deposito borse nel salone di Villa Bossi, ormai museo etnografico nel fatiscente complesso della villa e alla fine abbondante ristoro per tutti, oltre la quasi irrangiungibile polenta.Sempre bella mattina coi QDR. Gianni QDR

Leggi anche Il nostro pensiero Renato QDR

 

(14) MILANO - 25 NOVEMBRE
MEZZA MARATONA ... QDR PRESENTI

Questa mattina sentivo il peso di tutti i grattacieli di Milano sopra la testa! Ma non potevo rinunciare: ho preso i palazzoni della vecchia Milano, le Tre Torri, il Duomo di Milano e me li sono tolti davanti! Ho indossato i miei pantaloncini più belli e sono andata. E quindi, Milano 21 Half Marathon doveva essere, Milano 21 Half Marathon è stata! Tantissimi amici, una compagna di avventure eccezionale, Silvia, e un pacer gentiluomo Maurizio che mi ha guidato minuto per minuto, in silenzio come piace a me. Volevo chiudere meglio, ma la schifosa influenza mi ha atterrato e quindi va bene così. Trovare Fabio all'arrivo ... una bella sorpresa! E grazie agli #UR, che sono sempre carinissimi e alla Vale. Cristina QDR

Che dire quando hai la sensazione di gare in mezza mezza maratona e non faticare. Gara gestita benissimo non sono mai andato in affanno, sempre in controllo di passo e battito. Non ho voluto forzare eccessivamente, ero in una specie di confort zone e mi dispiaceva rompere l’incantesimo. Anche perché ero sicuro che non avrei fatto PB. Gara spettacolare ... Milano è sempre bellissima, organizzazione esemplare. Si sono ampiamente rifatti dopo lo scempio dell’annno scorso. Promossi alla grande. Domenico QDR

Stamattina mentre mi allacciavo le scarpe ho guardato la foto di quando ho iniziato a correre e questa foto dovrei guardarla piu' spesso, per ricordare l'uomo che ero e l'uomo che la corsa mi ha fatto diventare. Un colore ... il rosso ... il colore della forza, del coraggio, della passione e il colore del mio gruppo QDR. Oggi cielo grigio tipica giornata autunnale con quasi 7000 persone condivido questa gara attraverso la città in un clima di festa, faccio partire il garmin e con esso questo viaggio straordinario che ogni domenica mi fa ancora migliorare per quello che sono. Una bellissima gara impostata con tanta tranquillità dove ogni domenica conosco runner nuovi per scambiare impressioni e il tutto ti porta anche sul lungo rettilineo finale dove saluto il pubblico come se fossi lo sportivo più famoso di questo mondo e sotto il traguardo ho alzato le braccia come se fossi arrivato primo, ma io contro me stesso ... ho vinto ... e anche oggi medagliato finita anche questa km 10 di Milano, e si continua arrivo e partenza arrivo e partenza … per un tempo infinito e indefinito è la vita ... la corsa mi aiuta a vederne il lato migliore. Oggi real time 1.08.04 ciaooooo. Walter QDR

 

(13) CODOGNO - 18 NOVEMBRE
LUNGHISSIMO NEL LODIGIANO

Ieri è stata la prima volta che abbiamo corso a Codogno. L'abbiamo fatto perchè eravamo interessati al percorso dei 30 km che capitava a pennello per il nostro lunghissimo per Reggio Emilia. Non siamo mai venuti a Codogno perchè un po' distante ma è sempre stato un peccato non essere venuti ... abbiamo trovato un percorso stupendo favorito anche dalla magnifica giornata di sole, una perfetta organizzazione, tanti ricchissimi ristori e tantissimi runners del gruppo di Codogno veramente accoglienti e simpaticissimi ... ci torneremo sicuramente! In compagnia di Michele C., Fabio e Greta ... oggi QDR 4x30. Emilio QDR

 

(12) CASARILE - 18 NOVEMBRE
QDR ALLA STRAGELADA

Comunque una cosa bisogna riconoscerla alla corsa di Casarile: Stragelada si chiama e mantiene sempre questo titolo; anche quest'anno, dopo una lunga estate di San Martino, qualche giorno prima il freddo è arrivato, anche se, almeno qui da noi, non con le gelate che in altri anni ci hanno visto correre in questa nostra pianua. Pochi gradi sopra lo zero, per fortuna non umidità e nebbia (come l'anno scorso), ma un sole autunnale che almeno ci ha un pochino riscaldato. 18 QDR ufficiali più due all'ultimo momento ci hanno consentito di entrare nella classifica dei gruppi, anche se gli altri erano molto più numerosi. Ma ormai questa è una classica per il VTV, le Salamelle, Quinto Stampi, i gruppi pavesi ed anche se effettivamente non è uno splendore, però almeno è vicina e Fiasp. Come sempre però il ristoro finale è carente: tutti gli anni ci lamentiamo, e tutti gli anni sempre la stessa storia; chi arriva dopo 18 km, partito in orario, è raro che trovi pasta o qualcosa di caldo, perchè ci sono i soliti arraffoni e l'organizzazione non pensa di regolare la distribuzione in maniera equa ... errare humanum est, perseverare autem diabolicum ... Quest'anno ho avuto due accompagnatori d'eccezione: Renato e Franco hanno voluto stare con me sulla 18 e ci siamo aiutati a vicenda, penso, per arrivare al fatidico 14,5 km quando inizia il rettilineo di 3 km. che costeggia l'autostrada, affrontato con piglio qudierresco. Grandi QDR anche oggi, bella mattinata, e Potere QDR sparso sulle diverse corse, dal pavese al parmense, dal milanese al lodigiano: sui nostri domini non tramonta mai il sole ... Gianni QDR

Leggi anche Il nostro pensiero Renato QDR

 

(11) ASSAGO - 18 NOVEMBRE
PRIMA MILANOFIORI ASSAGO RUN

Un bel gruppetto di QDR ha partecipato alla prima Milanofiori Assago Run. QDR

 

(10) MILANO - 18 NOVEMBRE
RUN FOR LIFE

RUN FOR LIFE 2018. Un'altra occasione per festeggiare le donne. Una gara contro la violenza delle donne. Esser presenti per poi devolvere il ricavato per queste associazioni mi dà motivo di orgoglio. Io c'ero e con me altri 1500 atleti. Una corsa dove unisce donne e uomini, perchè solo assieme si realizzano grandi progetti. Oggi Arena di Milano. Un bellissimo village dove visitare tantissimi stand di diversi sponsor. Più di 1500 atleti hanno pensato di iscriversi per tanto divertimento e tanta solidarietà. Ogni volta che finisco una corsa che siano pochi o tanti km credo di aver raggiunto l'apice, che non possa esserci qualcosa di più emozionante, soddisfacente, esaltante. Eppure c'è sempre qualcosa di nuovo. Qualcosa di diverso e inaspettato che rende ogni esperienza come oggi ... unica!!!!! Se penso che 4 anni fa stavo dietro le transenne a battere le mani e adesso sono lì ad essere nel mezzo con una nuova prospettiva con tanti progetti, mah!!! Mia moglie stamattina guardandomi mi ha detto: Ti vedo sereno, felice!!! Mi sono reso conto che era vero. Il prossimo anno ci sarò ancora. Grazie RUN FOR LIFE!!! Walter QDR

 

(9) CARUGATE - 11 NOVEMBRE
POCHI QDR NEL PARCO DELLA MOLGORA

Oggi una di quelle corse che piacciono a me, quelle in cui tutte le costellazioni astrali sono allineate, quelle dove testa, fiato e gambe lavorano insieme, quelle in cui i pensieri si mischiano al fango e alla pioggia e tutto sembra più semplice, quelle che condividi con belle persone anche solo per un saluto, un abbraccio o una foto e poi le corri da sola con te stessa! Domeniche che ti cambiano l’umore. Manuela S. QDR

 

(8) ZIBIDO S. GIACOMO  - 11 NOVEMBRE
FOLTO GRUPPO QDR A ZIBIDO SAN GIACOMO

Leggi anche Il nostro pensiero Renato QDR

 

(7) BUSTO ARSIZIO - 11 NOVEMBRE
MEZZA MARATONA

Dopo all’incirca 7 mesi si ritorna ad indossare un pettorale. Maratonina di Busto è la gara scelta. È vero non è uno delle più scenografiche ma molto sentita e partecipata. Più di 1300 persone sulla mezza competitiva. Non avevo e non ho obiettivi di tempo, alla fine mi sono detto di partire tranquillo in completa gestione di gara per allungare gli ultimi km. E così è successo fino al 18esimo da lì in poi ho deciso di velocizzare, percorrendo l’ultimo km a 4’20’’. Real time sotto l’ora e 40. Non potevo chiedere di meglio. Ovviamente sempre molto piacevole la compagnia degli amici Massi, Luca, Mimma (e amica di Mimma Claudia), Laura, Roberto, la Roby e Cristian. Bellissima mattina in quel di Busto. Le levitate2 sino uno spettacolo. Domenico QDR

 

(6) RAVENNA - 11 NOVEMBRE
MEZZA MARATONA ... PAGELLE

La compagnia: sono andata a Ravenna con due amiche, Erika e Michela. Due macchine da guerra, capaci di grasse risate di fronte ad ogni imprevisto ma, allo stesso tempo, di risolverlo a velocità supersonica. Voto: 10

La medaglia: la più bella della mia piccola collezione. Ma a Ravenna, si sa, si viene soprattutto per quella. Voto: 10

La città: mi è sembrata molto bella ma non l'ho vista bene. Sabato eravamo preoccupate per una serie di imprevisti. Mentre oggi l'ho attraversata con gli occhi (e i pensieri) a terra. Promette bene ma va rivista. Voto: 7

La gara: troppe cose non hanno funzionato oggi. Le scarpe, il mal di gola, l'affaticamento, le poche ore di sonno. Alla fine porto a casa un 2 ore e 5 minuti. Meglio di Monza ma peggio di Amsterdam. Sotto le 2 ore ci andiamo l'anno prossimo. Voto: 6

Alloggio: ad ogni passo un intoppo. Manca un letto. Manca un asciugamano. La chiave non apre e non c'è nessuno (e naturalmente ce ne accorgiamo alle 11 di sera). La doccia è sopra il water. E nonostante avessimo ottenuto la rassicurazione di poter fare la doccia dopo la gara ci sentiamo pure il cazziatone della donna delle pulizie. Esasperante. Voto: 4

Intelligenza. Andare a correre una mezza maratona in un'altra città e lasciare a casa le scarpe ti fa sentire la persona più stupida dell'universo. Posso sopportare di sentirmi brutta, grassa e lenta. Ma il sentirmi stupida mi devasta. Una notte insonne, l'idea di rinunciare che affiora. Poi ho pensato alla medaglia che era bellissima. E anche a tutte le levatacce per uscire a correre alle 5. Le buttiamo via così? Esco in tenuta da corsa e anfibi (oh, quelli avevo ...), alla partenza trovo uno stand che vende scarpe con una commessa molto preparata che capisce il mio dramma, mi tranquillizza e mi trova qualcosa per sostituire gli anfibi. Chi corre lo sa bene, non si fa una gara con un paio di scarpe nuove, è proprio l'ABC. Però non mi è sembrato il momento di fare la maestrina. Le scarpe alla fine fanno quello che possono, chiedendomi un conto dopo tutto onesto: un paio di vesciche e un crampetto all'ultimo chilometro. L'intelligenza è ancora in castigo dietro la lavagna. Voto: n.c.. Franca QDR

Grande Franca! Anche se non la conosco ... Grande. Questo è spirito di volontà. A un QDR ... non lo ferma nessuno ... nemmeno gli anfibi. Cristian QDR

Inutile dire che sentirsi stupida non significa esserlo e dimenticare le scarpe a casa non è nemmeno una cosa irreparabile. Hai corso una mezza con delle scarpe "sconosciute" e prive di ogni tuo passo. Questo credo che sia sufficiente per rendere grande merito a te e alla tua tenacia!!!!!!! Voto: 10 1/2
Dobbiamo parlare del finish time?? Ok: la medaglia è davvero bella
. Alessio E. QDR

Ovvi complimenti da parte nostra a Franca QUELLA DI RAVENNA per la sua mezza ... ma per provare che la storia si ripete, andate a leggere le cronache della maratona di Firenze 2006 (nel sito QDR Maratoneti e maratone, scritta a tre dai partecipanti alla trasferta): i QDR non erano ancora nati, ma già qualcuno di noi andava in giro in Italia per maratonare, e si dimenticava le scarpe a casa (d'altronde anch'io ho corso mezza maratona di Torino 2017 - andare a leggere anche questa - coi vestiti prestati dagli altri, ma non avrei dovuto correre ...). Ma era destino che questo accadimento sarebbe diventato l'embrione di quello che poi sono diventati i QDR. Comunque ancora brava Franca, anche per come ha commentato: peccato però non abbia potuto visitare la città e vedere le sue bellezze, anche se "di corsa", la capitale dell'Impero d'Occidente (qualche annetto fa) coi suoi mosaici e le sue basiliche. La prossima volta maratona e un paio di giorni in più per la storia e le bellezze della città. Gianni QDR

 

(5) SONDRIO - 10 NOVEMBRE
VALTELLINA WINE TRAIL

Andrea QDR ha partecipato alla mezza maratona in Valtellina. QDR

 

(4) VILLANTERIO - 4 NOVEMBRE
UNDICI QDR IN CAMPO ... ALLA MARCIA DEL CIGNO

Tre edizioni della Marcia del Cigno a Villantrio, e tre nostre partecipazioni: quest'anno è stata sicuramente l'edizione migliore dal punto di visto meteo per Oriana e me. Per questo abbiamo scelto il percorso lungo di 18 km., anche perchè reduci da due corse "saltate" causa maltempo ... quindi la voglia è stata maggiore del poco allenamento. Gruppo QDR di 13 meno 1 all'ultimo momento, in questo paese della bassa milanese, con case del '400 ben restaurate, decorate da maioliche sui muri, patria del nostro Renato. Percorsi della nostra pianura (mai sputare nel piatto dove si mangia), nei prati un po' sconnessi e con gli ultimi km con sassi e tanto fango, un po' pericoloso in alcuni tratti, ma è andata ancora bene: d'altronde un po' di avventura ci vuole per aggiungere quel qualcosa in più alla nostra domenica mattina. Cascine abitate e produttive, il clou del percorso il maneggio del Cigno (che dà nome alla corsa), dove percorriamo circa 3 km al suo interno, anche sulla pista di allenamento dei cavalli, ed al terzo ristoro troviamo anche due cigni ... finti che ci accolgono in piscina: doverose le foto per i coniugi Arnolfini, novelli Elsa e Lohengrin (consultare il Devoto Oli/Versione Grassi presidente Gianni*), poi ovviamente cavalli, asini e bovini dalle lunghissime corna che avevamo già trovato l'anno scorso, e anche una bella casetta sugli alberi, premio per la lotteria i cui biglietti si potevano comprare all'arrivo (mica tutta la casa, il premio era un soggiorno nella casetta sugli alberi). Poi gli ultimi km fangosi di cui dicevo prima, lungo il sinuoso corso del Lambro. Alla fine possibilità di docce e di deposito borse e chiavi. Polenta e zola alla fine e premio di gruppo 2 bottiglie di vino, che si aggiungono alle altre delle precedenti corse per la nostra festa del 2 dicembre. Un rimando agli altri QDR impegnati oggi a Daverio (trail), a Treviglio (sicuramente attirati anche dalla pala d'altare dei Bernardini trevigliesi = vedi sopra*) e addirittura a New York: Barry impegnato nella più famosa maratona del mondo, che ci manda un saluto dalla partenza, un bel regalo. Bella domenica, ovviamente. Gianni QDR

Leggi anche Il nostro pensiero Renato QDR

 

(3) TREVIGLIO - 4 NOVEMBRE
I MAGNIFICI SETTE NELLA BERGAMASCA

Tornare su una 21 dopo 6 mesi con a fianco una donna unica e speciale ti fa pensare di poter andare ovunque grazie Michela! Oggi avevo proprio bisogno di passare una mattinata con gente meravigliosa a far quello che più mi piace nonostante la fatica, i pensieri , la testa che più di una volta ti urla di fermarti, il paesaggio che spesso scorre ma tu sei troppo stanca per guardarlo ma tra un “inciampo e l’altro” arrivi alla fine perché la felicità del dopo ripaga di tutto e per questo devo sempre ringraziare le splendide persone che fanno parte del miglior gruppo dove sarei mai potuta capitare GRAZIE Greta, Fabio, Emilio, La Raffa e Alessandro .. ❤️ Ah e non è stato da meno scoprire che la “donna speciale” sarà presente ad Aprile .... beh che dire Miky preparati ad essere stolkerata! ... Manuela S. QDR

 

(2) DAVERIO - 4 NOVEMBRE
DUE QDR AL TRAIL DEL VARESOTTO

Mauro e Michele L. QDR hanno concluso brillantemente il trail nel varesotto. QDR

 

(1) CANONICA D'ADDA - 1° NOVEMBRE

FABIO SULL'ADDA

Fabio QDR ha partecipato alla corsa di Canonica d'Adda. QDR

Copyright (c) 2010 Quelli di Rozzano   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso