febbraio 05, 2023     |
Sommario 2014

MARZO

1) Lombardia - Piani di Artavaggio: Rif. Cazzaniga-Merlini (LC)

 

APRILE

2) Lombardia - Corni di Canzo - Rif. SEV - Canzo (CO) 

3) Lombardia - Palanzone: anello Rezzago-Caglio (CO)

 

LUGLIO

4) Lombardia - Piani di Artavaggio - Rif. Gherardi - Anello del Sodadura (LC-BG)

5) Lombardia - Fraciscio - Rif. Chiavenna - Lago Nero (SO)

 

AGOSTO

6) Piemonte/Francia - Pian del Re - Giro del Monviso (CN-Francia)

7) Lombardia - S. Giacomo Filippo - Rif. Carlo Emilio - Lago del Truzzo (SO)

8) Lombardia - Valgerola - Rif. Salmurano - Anello del Salmurano (SO) + commento  

 

SETTEMBRE   

9) Alto-Adige - Castelrotto-Alpe di Siusi (BZ)

10) Alto-Adige - Passo Campolongo - Rif. Kostner al Vallon (BZ)

11) Alto-Adige - Val Chedul - Rif. Puez - Vallunga (BZ)

12) Alto-Adige - Val Gardena-Val di Funes (BZ)

13) Alto-Adige - S. Cristina - Monte Pana (BZ)   

Escursione 1

Lombardia: Piani di Artavaggio: Rif. Cazzaniga-Merlini (LC)

 

http://connect.garmin.com/activity/463994326

 

Prima uscita stagionale, semplice ciaspolata con partenza dall'arrivo della funivia ai Piani di Artavaggio a 1.649 m.: pista segnata molto facile e senza nessuna difficoltà che conduce in circa 1,30 ore al Rif. Cazzaniga-Merlini a 1.890 m.; discesa per lo stesso percorso. Gianni, Oriana, Emilio, Lorella, Alvaro QDR, Renato & Gianna

Escursione 2

Lombardia: Corni di Canzo (CO)

 

http://connect.garmin.com/activity/476773361

 

Da Canzo, Fonti di Gajum (485 m.) si risale la carrareccia di sinistra fino alla 1° Alpe (0.30 ore). Si continua su strada che procede in direzione della 3° Alpe ma, subito dopo l’attraversamento di un piccolo ruscello, la si abbandona per prendere a sinistra un sentiero (n. 5) che risale un costone e il fondo di un valloncello boscoso. Dopo un buon tratto di salita si riesce alla colletta dei Corni, all’estremità pianeggiante del crestone occidentale dei Corni di Canzo e si prosegue a destra, sul versante settentrionale del gruppo e attraversati boschi e radure (panorama sul ramo di Lecco del Lario e sulla Valbrona) si riesce sul pianoro erboso di Pianezzo dove si trova il Rif. SEV (1.225 m, 2.30 ore circa da Gajum). La passeggiata prosegue verso sud-est fino alla bocchetta di Luera su sentiero n. 4 (panorama di Lecco, Garlate e Annone), si scende verso sud-ovest a Acqua del Fo, si passa da La Colma, punto di transito di tanti sentieri, e poi a 3° Alpe dove si arriva in circa 1.30 ora. Si può ritornare a Canzo per la comoda strada in direzione 1° Alpe ma consigliamo di scendere percorrendo il sentiero geologico molto bello nel fitto bosco, tutto lungo il torrente che a balze e salti scorre nella valletta fino a Gajum (1 ora circa). Emilio, Lorella, Alvaro, Simona QDR, Renato & Gianna

Escursione 3

Lombardia: Palanzone anello Rezzago-Caglio (CO)

 

http://connect.garmin.com/activity/481224251

 

Da Rezzago (650 m.), si sale in direzione ovest seguendo le indicazioni per Enco, la strada sale in tratti anche molto ripida e a tratti in falsopiano, si transita da Braga e si sale per il bosco fino ad arrivare sul primo dorsale con bella panoramica verso sud sul lago di Pusiano: si prende la strada diretta per la cima del Palanzone dove si arriva comodamente in 2,30 h. Stupendo panorama sulle Alpi a quota 1.433 m. Si prosegue verso NE in direzione del Piano del Tivano: si rimane in cresta e si arriva fino alla Colma di Caglio dove inizia la discesa che porta (volutamente nel nostro anello) a transitare dalla Madonna di Campoè a Caglio (2 h. dalla cima). Si percorre una strada, prima asfaltata e in seguito sterrata, ritornando verso Braga per riprendere il sentiero fatto all'andata per gli ultimi 2 km rientrando in Rezzago in circa 1 h. Gianni, Oriana, Emilio, Simona QDR, Renato & Gianna

Escursione 4

Lombardia: Piani di Artavaggio, Rif. Gherardi, Sodadura (LC-BG)

 

http://connect.garmin.com/activity/533788520

 

Partenza dall'arrivo della funivia ai Piani di Artavaggio a 1.649 m. per l'anello del Sodadura: si prende il sentiero in direzione est, facile e privo di difficoltà, che con qualche saliscendi rimane sempre in quota fino ad arrivare in circa 2 h. al Rif. Gherardi a 1.647 m.; da qui si ritorna sui propri passi per circa una decina di minuti e si sale in direzione nord sempre su un facile sentiero fino alla bocchetta di Regadur, 1.853 m., si prosegue in direzione ovest, girando intorno al monte Sodadura fino a raggiungere in circa 1,30 h. il Rif. Cazzaniga-Merlini (1.890 m.) e il Rif. Nicola (1.900 m.); discesa fino alla funivia dove si arriva in circa 45 min. Emilio, Alvaro QDR, Renato & Gianna

4/0) Anello percorso la settimana precedente da Federico QDR

4/2) Rifatto a AGOSTO 2022. Paola, Lamberto, Emilio QDR

Escursione 5

Lombardia: Fraciscio - Rif. Chiavenna - Lago Nero (SO)

 

http://connect.garmin.com/activity/554050130

 

Dalla valle per il passo dello Spluga, da Campodolcino si sale fino a Fraciscio, frazione le soste 1.420 m., dove parte questa escursione. Si percorre il sentiero parallelo al torrente e si sale, portandosi in quota rapidamente fino ad arrivare ai 2.044 m. in comode 2 h. all'Alpe dell'Angeloga, dove vicino al lago si trova il Rif. Chiavenna; fino al rifugio è una bella escursione con 600 D+ ma per poter ammirare altri due laghi e portarsi alla balconata sul lago della Val di Lei bisogna salire ulteriormente. Dal rifugio si sale ripidamente per altri 300 m. di dislivello e in meno di 1 h si arriva al Lago Nero: da qui si prosegue ancora per circa 20 minuti passando per il passo dell'Angeloga, transitando vicino al Lago Ballone e arrivare ad un punto panoramico con vista sul Lago della Val di Lei. Si ritorna per lo stesso sentiero e si scende al rifugio in circa 1 h. Dal Rifugio Chiavenna si impiega circa 1,30 h. per ritornare a Fraciscio.  Gianni, Oriana, Emilio, QDR

Escursione 6

Piemonte/Francia: Pian del Re - Giro del Monviso (CN-Francia)

 

http://cuneo360

 

"Intorno al re di pietra", il nostro percorso circolare in quattro giorni con dislivello totale di 2.380 D+ e 2.530 D-

 

giorno 1: dal Rif. Pian del Re (2.020) al Rif. Quintino Sella (2.640) - 620 D+

 

giorno 2: Rif. Sella, P.so Galarrino (2.727), P.so Chiaffredo (2.764), Gragie Gheit (1.912), Rif. Vallanta (2.450) - 6 ore di cammino, 700 D+ e 890 D-


giorno 3: Rif. Vallanta, P.so della Losetta (2.872), P.so di Vallanta (2.811), Ref. du Viso (2.469) - 5,30 ore di cammino, 700 D+ e 680 D-

 

giorno 4: Ref. du Viso, colle delle Traversette (2.950), si rientra in territorio Italiano attraverso una galleria di 70 metri scavata nel 1400. Discesa fino a Pian del Re (2.020) - 4,30 ore di cammino, 480 D+ e 930 D-

 

Descrizione dettagliata del giro in tre tappe nel link sopra segnalato Cuneo 360 - escursionismo in provincia. Simona & Piero QDR

Escursione 7

Lombardia: S. Giacomo Filippo - Rif. Carlo Emilio - Lago del Truzzo (SO)

 

http://connect.garmin.com/activity/554050130

 

Una bella escursione in Valchiavenna, partendo dalla frazione di S. Bernardo, si inzia in direzione ovest con un saliscendi fino ad arrivare alle baite di Borgo S. Antonio e Caurga: da qui inzia la salita della valle del Drogo e si incomincia a percorrere i primi tornanti della mulattiera che sale implacabile e con pendenza quasi costante fin sotto alla diga del bacino del Truzzo dove si arriva a 2.060 m., tranquillamente in 3.30 h. con un dislivello di circa 1.000 m.; ancora 30 min. per salire al lago Nero e raggiungere il rifugio non custodito Carlo Emilio; la discesa per lo stesso percorso dove in circa 3 h. si fa ritorno a S. Bernardo.  Emilio, Simona, Piero QDR

Escursione 8

Lombardia: Valgerola - Rif. Salmurano - Anello del Salmurano (SO)

 

http://connect.garmin.com/activity/576883397

 

In fondo alla Val Gerola con la seggiovia del Pescegallo si sale fino al Rif. Salmurano dove si parte e si ritorna a quota 1.849 m. per questo lungo anello impegnativo, tutto saliscendi tra i 1.800 e i 2.100 m. Dal rifugio, in senso orario, si arriva al lago di Pescegallo e si sale al Forcellino a 2.050, si perde un po' quota e si risale al passo di Verrobbio (circa 2.30 h. dal rifugio). A questo punto si scende in direzione Est verso il passo San Marco fino a trovare il sentiero delle Orobie occidentali, il n. 101, (0,30 h.). Si prosegue in direzione Sud passando da un alpeggio a 1.750 m., punto più basso del percorso, per poi risalire e dirigersi verso Ovest. Questa parte è molto panoramica con vista sulle Orobie bergamasche e abbastanza impegnativa per i continui su e giù: si transita da un alpeggio dove si trova la deviazione per i laghi di Ponteranica, si aggirano molti crinali e vallette, si passa accanto ai monti Triomen e Avaro e si raggiunge il passo di Salmurano a 2.017 m.: il tratto del sentiero 101 può variare dalle 3 alle 4 ore di cammino. Una breve discesa di circa 0,30 h. riporta al rifugio. Considerare ancora 0,45 h. per scendere a Pescegallo evitando l'impianto per la discesa. Gianni, Oriana, Emilio, Lorella, Simona, Piero QDR, Renato & Gianna

 

Bellissimo giro, impegnativo, ma non difficile, con quel tocco di emozione sulle parti più esposte o franate, altamente panoramico, da rifare con un po' più di lena (e soprattutto con scarponi adatti, ma quello è stata colpa nostra, per assenza scarponi nuovi), e confidando nella seggiovia. Dislivello contenuto: il maggiore l'abbiamo percorso in discesa, dalla cresta finale al rifugio e dal rifugio al paese, quando eravamo sfatti dalla fatica. E' certo che quando vai in questi posti non puoi fare a meno di confrontare l'ospitalità e l'organizzazione turistica con quello che trovi in Dolomiti, e questo è sempre il punto dolente. Bravo Emilio, ci metti sempre l'impegno di trovare bei giri, anche se portandoti dietro quelli anziani come noi, devi cominciare a cercare giri "leggeri", che non siamo troppo faticosi e con dislivello, visto che c'è poi il viaggio di ritorno a casa. Ovviamente il Devero è sempre là che ci aspetta, ci si arriva in 2 ore e mezza, dislivelli contenuti e tante alternative. Ora aspettiamo la settimana in val Gardena e poi al ritorno vedremo. Grazie  Gianni & Oriana QDR

Escursione 9

Alto Adige: Castelrotto - Alpe di Siusi  (BZ)

 

http://connect.garmin.com/modern/activity/592604563

 

Seggiovia Marinzen - Baita Marinzen, Baita Schafstall, salita alla Bullaccia per sent. 9 e 8, tra i più bei sentieri della zona, baita Arnika, giro della Bullaccia, con vista sull'Alpe di Siusi, gruppo del Sassolungo, Sella, Val Gardena, Castelrotto, tutta la corona delle Alpi a nord e ovest, discesa nei boschi sent. 12-12b sino al ritorno a Marinzen. Discesa a Castelrotto. Gianni e Oriana QDR

Escursione 10

Alto Adige: Passo Campolongo - Rif. Kostner al Vallon  (BZ)

 

http://connect.garmin.com/modern/activity/592604778

 

Passo Campolongo-Corvara. Sotto le bastionate del Sella. Salita su strada a Rif. Bec de Roces, poi bellissimo sent. 637-638 con divertente passaggio attrezzato sino al Rif. Kostner al Vallon a 2536 m. Panorami su tutte le Dolomiti, Sassongher, Pelmo, Civetta, Averau, Nuvolau, Lagazuoi, Tofane, Marmolada. Sotto le pareti del Sella. Discesa alla stazione a monte della funivia Boè e ridiscesa a passo Campolongo. Bellissimo itinerario. Gianni e Oriana QDR

Escursione 11

Alto Adige: Val Chedul - Rif. Puez - Vallunga  (BZ)

 

http://connect.garmin.com/modern/activity/592605158

 

Selva-Vallunga. Salita per la Val Chedul, dura, per scoprire tutti gli ambienti del bosco, sino a arrivare al vallone che sale a sinistra a Passo Crespeina, lasciando a destra la salita a Passo Cir. Laghetto Crespeina, arrivo al Rif. Puez a 2475 m., sosta ristoratrice e discesa in Vallunga. Gita lunga, faticosa, ma grandiosa. Gianni e Oriana QDR

Escursione 12

Alto Adige: Val Gardena - Val di Funes  (BZ)

 

http://connect.garmin.com/modern/activity/592605399

 

Traversata Val Gardena-Val di Funes. Da organizzare con mezzi per il rientro. Salita con funicolare al Rasciesa, poi la tranquilla passeggiata sino a passo Brogles e la discesa al rif. Brogles, il fantastico sentiero Adolf Munkel, a fianco delle Odle, le più belle tra le belle, sosta a Malga Gschnagenhartalm, sentiero per malga Dusler, e discesa a Malga Zanser per il bus per Santa Maddalena. Centro visita del Parco Puez-Odle, bellissimo. Gianni e Oriana QDR

Escursione 13

Alto Adige: S. Cristina - Monte Pana (BZ)

 

http://connect.garmin.com/modern/activity/592605575

 

Santa Cristina-Monte Pana. Seggiovia per il Mont de Seura, altro panorama strepitoso, davanti la parete nord del Sassolungo, sent. 526-527 verso malga Zallinger, lasciando a sinistra il Rif. Vicenza e la salita per il Rif. Demetz, con vista sulle Cinque Dita, la punta Grohmann, il Dente. Si costeggia il Sassopiatto sino allo Zallinger, sempre frequentatissimo. Discesa in diagonale sino a Monte Pana, ultimo tratto bosco sino al Cendevaves. Gianni e Oriana QDR

Copyright (c) 2010 Quelli di Rozzano   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso