gennaio 25, 2022     |
Sommario 2017

MARZO

1) Lombardia: Piani di Bobbio: Rif. Lecco (LC)

 

APRILE

2) Lombardia: Giro del Resegone, pizzo d'Erna, passo del Giuff, Rif. Azzoni, Rif. Stoppani (LC)


LUGLIO

3) Lombardia: Passo Culmine S. Pietro - Monte Due Mani (LC)

4) Alto Adige: Rif. Auronzo, Rif. Locatelli, Rif. Tre Scarperi (BZ)

5) Alto Adige: Lago di Braies, Rif. Biella (BZ)

6) Alto Adige: Rif. Fondo Valle, Rif. Comici, Rif. Pian di Cengia, Rif. Locatelli (BZ)

7) Veneto: Rif. Città di Carpi, sentiero Durissini, Rif. Fonda Savio (BL)

8) Alto Adige: Rif. Monte Elmo, Sillianer Hutte, Rif. Alpe Nemes (BZ)

 

AGOSTO

9) Lombardia: Grignone - Cainallo, Rif. Bietti, Rif. Bogani (LC)

10) Lombardia: Grigna - Ex Rif. Alippi - Rif. Rosalba (LC)

11) Lombardia: Val Vertova, bivacco Testa (BG)

12) Lombardia: Val Codera, Rif. Brasca (SO)

 

SETTEMBRE

13) Piemonte - Alpe Devero - Alpe Sangiatto - Alpe della Valle - Crampiolo (VB)

 

OTTOBRE

14) Lombardia - Colma di Sormano - Monte San Primo (CO)

Escursione 1

Lombardia: Piani di Bobbio: Punta Orscellera - Rif. Lecco (LC)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1241862417  -  rivivi

 

Terza uscita stagionale, semplice camminata con partenza dall'arrivo della funivia ai Piani di Bobbio a 1.700 m.: un giretto tranquillo, prima in direzione nord, poi sul pianoro evitando piste da fondo e piste da discesa con salita al Rif. Lecco a 1.780 m.; salita in direzione sud per poi girare sulla cresta verso nord-ovest arrivando alla punta Orscellera a 1.950 m.; discesa fino al Rif. Stella. Emilio QDR

Escursione 2

Lombardia: Giro del Resegone - Lecco (LC)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1287553664  -  rivivi

 

Per questa bella escursione sul Resegone si consiglia di portarsi in quota con la funivia pizzo d'Erna che ti permette di arrivare a circa 1.300 m. Ci sono tanti sentieri che portano in cima al Resegone, uno dei più belli e forse il più facile, come salita, è quello che gira intorno al Resegone passando per il passo del Giuff e ti porta  con il sentiero n. 7 al Rif. Azzoni e poco sopra alla croce in cima al Resegone (circa 2,5 ore con 600 D+). La discesa molto lunga, con ben 1.300 m. di dislivello, inizia molto ripidamente sotto il rifugio scendendo nel grande canalone per poi girare prima verso sud-ovest e poi dirigersi verso nord-ovest proprio in direzione pizzo d'Erna. Ad un bivio si può anche risalire per poi scendere con l'impianto ma il sentiero nel bosco molto bello invita a proseguire il cammino passando per il Rif. Stoppani e tornare al parcheggio della funivia a valle: 3 ore circa dalla vetta.  Emilio, Alvaro QDR 

Escursione 3

Lombardia: Passo Culmine S. Pietro - Monte Due Mani (LC)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1548098284  -   rivivi  -  relive

 

Partenza dal Passo Culmine S. Pietro (1.258 m.), il sentiero parte accanto al Ristorante, si dirige molto tranquillamente e in falsopiano in direzione Ovest, con qualche saliscendi si arriva a superare dei bellissimi boschi e un paio di passi tra ruderi di vecchie abitazioni prima di iniziare la salita vera e propria, ripida ma non tanto lunga, si conquista la cima del monte Due Mani, si trova la croce e il bivacco Locatelli-Scaioli-Milani a 1.666 m. dove si arriva comodamente in circa 2 ore di cammino. Punto molto panoramico. La discesa per lo stesso percorso dell'andata, si ritorna al passo in circa 1,45 h. Emilio, Alvaro QDR, Renato & Gianna

Escursione 4

Alto Adige: Rif. Auronzo, Rif. Locatelli, Rif. Tre Scarperi (BZ)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1592679796  -   rivivi  -  relive

 

Per questa attraversata dal Veneto all'Alto Adige, con partenza dal rif. Auronzo e con arrivo in Val Pusteria, tra Sesto e San Candido ... occorre arrivare nel luogo di partenza con i comodissimi autobus della SAD (nello specifico partenza dalla stazione ferroviaria di Dobbiaco). Dall'enorme parcheggio in prossimità del rifugio ci si dirige verso Ovest per poi voltare in direzione Nord, superare la forcella e scendere, passando davanti alla Tre cime di Lavaredo, direzione NE, si riprende quota e si arriva al rif. Locatelli comodamente in 2 ore. Da qui si prende il sentiero dietro il rifugio in direzione N, si sale a una forcella da dove si vede tutta la valle Campodidentro sottostante e da dove inizia la discesa per arrivare al rif. Tre Scarperi in circa 2 ore. Dal rifugio si può continuare per la strada sterrata, ma meglio ancora è percorrere il sentiero che porta fino a fondo valle, fino a raggiungere, in circa 1,30 h. la strada della val Pusteria dove si trova la fermata della linea SAD ... comodissima per poter rientrare verso Dobbiaco. Emilio QDR

Escursione 5

Alto Adige: Lago di Braies, Rif. Biella (BZ)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1592686390  -   rivivi  -  relive

 

Partenza dal Lago di Braies, sentieri in direzione Sud, si può scegliere tra la sponda sinistra e quella destra, nell'occasione opto per l'andata sulla sponda Est e utilizzerò il sentiero della sponda Ovest per il ritorno (più facile e senza salite), dalla parte opposta, 0.30 h., il sentiero inizia a salire subito e con buona pendenza fino ad arrivare alla forcella sopra il Buco del Giavo (1.45 h. dalla partenza): a questo bivio abbandono l'alta via n. 1 che va diretta al rifugio e proseguo invece in direzione SE sul sentiero n. 4 che in mezzora di cammino porta a incrociare il sentiero n. 28. Da qui in direzione Sud si sale fino alla forcella di Cocodain 2.232 m. (2.45 da Braies). Bella e facile traversata in cresta in direzione Ovest che in mezzora porta al rif. Biella. (da Braies al rifugio 3-3.30 h. circa). Per tornare al lago di Braies si sale alla forcella Soro Forno, poco sopra il rifugio, e seguendo l'alta via n. 1 si scende fino a ritornare al bivio dell'andata (1 h.) per poi riprendere il sentiero in discesa fino al lago di Braies (1 h.). Il tempo complessivo di tutta l'escursione può variare dalle 5.30 alle 7 ore complessive, dipende dal passo sia in salita che in discesa e con molto dislivello (1000 D+ e 1000 D-) possono esserci notevoli differenze. Emilio QDR

Escursione 6

Alto Adige: Rif. Fondo Valle, Rif. Comici, Rif. Pian di Cengia, Rif. Locatelli (BZ)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1592694340  -   rivivi  -  relive

 

Partenza dall'ultimo parcheggio in Val Fiscalina, dopo un unizio pianeggiante di una mezzoretta si arriva al rif. Fondo Valle e dopo un breve tratto di sentiero comune si svolta a sinistra dove inizia la lunga salita al rif. Comici dove si arriva in circa 2 ore; si prosegue ora in direzione Ovest salendo verso il rif. Pian di Cengia (3-3,30 h. dal parcheggio). Si supera un passo e poco dopo inizia la discesa e il traverso in costa per arrivare al rif. Locatelli in circa 1,30 h. Da qui inizia il sentiero di ritorno che scende e ritorna al rif. Fondo Valle (1,30 h.) e poi il tratto fino al parcheggio. Il totale di effettivo tempo di cammino può variare dalle 6 alle 7 ore. Emilio QDR

Escursione 7

Veneto - Rif. Città di Carpi, sentiero Durissini, Rif. Fonda Savio (BL)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1592703736  -   rivivi  -  relive

 

Questo è un giro stupendo che feci circa 30 anni fa in condizioni perfette: abbastanza faticoso, esposto ma molto bello ... rifatto dopo tanti anni il sentiero Durissini è cambiato molto e per questo motivo, ora lo sconsiglio in quanto ci sono molti detriti e molti solchi creatisi per le varie interperie rendendo particolarmente pericolosi alcuni punti ... con questo non voglio dire che non sia percorribile ma occorre prestare molta attenzione.

Dal lago di Misurina si sale con la seggiovia al rif. Col de Varda dove inizia la strada sterrata che in circa 1 ora porta al rif. Città di Carpi. Da qui inizia la vera salita fino ad arrivare alla prima delle cinque forcelle, la forcella Cadin Deserto dove iniziano anche i tratti a cui bisogna prestare molta attenzione, si scende e si risale per altre forcelle, qualche cavo e in una discesa (quella con più detriti) si trova anche una piccola scala (agganciata solo in un punto ...) fino ad arrivare all'ultima salita con tanti cavi (alcuni anche inutili) che arriva al rif. Fonda Savio dove si giunge in circa 4 ore dalla partenza della seggiovia. Discesa tranquilla e agevole fino al lago, dalla parte opposta si arriva alla seggiovia (1,30 h dal rifugio). Emilio QDR

Escursione 8

Alto Adige: Rif. Monte Elmo, Sillianer Hutte, Rif. Alpe Nemes (BZ)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1592708788  -   rivivi  -  relive

 

Da Sesto si prende la funivia per il monte Elmo. Evitiamo la strada sterrata che porta al rif. Gallo Cedrone e prendiamo subito il sentiero che parte dietro il rif. Monte Elmo dove in circa 1 h. di salita si arriva alla cima. Da qui il sentiero prosegue percorrendo tutta la linea di confine tra l'Italia e l'Austria, si arriva in 45 min. al rif. Sillianer hutte, si prosegue e si sale alla cima del monte Hornischegg 2.550, si continua sempre in cresta fino ad incontrare il laghetto alla forcella di Nemes, inizia la discesa per il rif. Alpe Nemes dove si arriva in circa 4 ore dalla funivia. La discesa tutta per agevole strada sterrata e sentiero nel bosco fino ad arrivare sopra a Moso e concludere a Sesto (2 ore dall'Alpe). Percorso molto bello di circa 20 km., panoramico e non faticoso. Emilio QDR

 

Escursione 9

Lombardia: Grignone - Cainallo, Rif. Bietti, Rif. Bogani (LC)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1615280698  -   rivivi  -  relive

 

Da Esino Lario si arriva al Cainallo dove troviamo un ampio e comodo spiazzo per le auto proprio in fondo alla valle, quasi sulla balconata a strapiombo della valle dei Mulini: da qui ha inizio una bella escursione nella parte nord-ovest del Grignone. Da quota 1.450 si prende il sentiero nel bosco che sale in direzione sud-ovest e dopo circa 30 minuti si arriva ad un bivio e si sale seguendo il sentiero 24. Si passa da una Cappelletta-bivacco e si arriva in pochi minuti alla porta di Prada, un bellissimo arco naturale. Si prosegue costeggiando la montagna sulla sinistra e con dei sali-scendi si arriva al Rif. Bietti-Buzzi a 1.720 m. (2 ore circa dal parcheggio). Da questo rifugio con vista lago di Como si può raggiungere la cima del Grignone, ma questo itinerario prevede il ritorno per lo stesso sentiero fino quasi alla porta di Prada per prendere il sentiero 19 che sale sulla destra fino ad incrociare la cresta di Piancaformia e che poi si mantiene in quota per arrivare in circa 1 ora al Rif. Bogani a 1.800 m., bellissimo rifugio in mezzo al bosco. Per la discesa si prende il sentiero 25 che in circa 1,30 riporta al Cainallo. Gianni, Oriana, Simona, Piero, Emilio QDR, Renato & Gianna

Escursione 10

Lombardia: Grigna - Ex Rif. Alippi - Rif. Rosalba (LC)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1660570732  -   rivivi  -  relive

 

La partenza dai Piani dei Resinelli in prossimità del ex Rif. Alippi, m. 1.180, con un sentiero dove la prima parte si percorre tutta nel bosco per poi iniziare a salire con tratti anche molto ripidi lungo il sentiero n. 9 delle Foppe che ci porta in circa 2 ore al Rif. Rosalba situato a 1.730 m. in una posizione stupenda con vista Grignone, Corni di Canzo, Lago di Como (braccio del lago di Lecco, la punta di Bellagio e la parte del braccio di Como) e tutto l'arco alpino nord-occidentale. Da questo rifugio partono molti itinerari abbastanza impegnativi ma questa escursione prevede il ritorno per lo stesso percorso in circa 1,45 h. Emilio, Piero QDR

Escursione 11

Lombardia: Val Vertova - bivacco Testa (BG)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1683050848  -   rivivi  -  relive

 

Da Vertova si sale in auto fino alla località Cà Rosèt. La mulattiera, sentiero 527, prosegue sempre costeggiando il torrente e, dopo averlo guadato alcune volte, arriva alla cascata della Val de Gru. Si continua la bella camminata, si attraversa un magnifico orrido, si passa vicini alla baita di prato “Morto basso” e solo poco prima di aver raggiunto la deviazione per prato “Morto alto”, il sentiero si discosta dal torrente. Superata con ripide serpentine una balza, si riguadagna il torrente e si sbuca nella conca di Sedernèl. Si prosegue lungo i ghiaioni fino alla baita Rondi (2.30 h. circa), poi piegando verso destra, ci si alza fino ad un fitto bosco. Si lascia il sentiero per le baite e, dopo una decisa salita sulla sinistra verso il colle di Pradaccio, si arriva al bivacco Testa situato a 1.489 m (45 min. dalla baita). Si prosegue per il sentiero 530 fino al passo di Biblen (1,30 h.) poi si prende il sentiero 529a che nel bosco scende fino ad incrociare il sentiero percorso all'andata per arrivare al parcheggio dopo circa 1 km (1.30 h. dal passo); un bel percorso ad anello di circa 15 km, con 1.100 m. di dislivello positivo e negativo, un po' impegnativo ma appagante.  Emilio, Alvaro, Piero, Simona QDR, Renato & Gianna

Escursione 12

Lombardia: Val Codera - Rif. Brasca (SO)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1702772230  -   rivivi  -  relive

 

Una bella impegnativa escursione con partenza da Novate Mezzola che porta dai 300 m del parcheggio ai 1.300 m del rifugio ma con vari aumenti e perdite di quota soprattutto nella prima parte: infatti si sale subito per una lunga mulattiera prendendo quota rapidamente e si arriva all'abitato di Codera a 800 m in circa 1,30-45 h, punto di ristoro  Osteria Alpina di Codera. Da qui si riparte per un sentiero che sale ancora ma molto più dolcemente rispetto alla prima parte, la valle si allarga e si raggiunge l'abitato di Bresciadega con il Rif. Bresciadega in ancora 1,30-45 h, poi si attraversa una bellissima pineta e in circa 30 m si raggiunge il Rif. Brasca da dove partono delle stupende escursioni. Il percorso totale è di circa 10 km, 4 ore circa riportano le segnaletiche. Il ritorno per lo stesso percorso, magari alternando qualche tratto più bello del vecchio sentiero tra le case di Stoppadura e la frazione di Saline.  7.30 ore di effettivo cammino, 1.170 D+ e D-, 20 km,. Emilio, Alvaro, Manu QDR

 

12/1) Rifatto ad AGOSTO 2020. Emilio QDR, Tony

 

12/2) Rifatto a SETTEMBRE 2021. Manu, Simona, Piero, Emilio QDR,

Escursione 13

Piemonte: Alpe Devero - Alpe Sangiatto - Alpe della Valle - Crampiolo (VB)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1765249894  -   rivivi  -  relive

 

Dall'Alpe Devero ci si dirige verso est e si sale molto dolcemente prima e un po' più ripidamente dopo verso l'Alpe Sangiatto; da qui si procede verso nord in direzione dell'Alpe della Valle transitando anche dall'Alpe  Corbernas: si arriva in circa 2.30 ore con un dislivello di 500 m. Da qui si ammira dall'alto il lago di Codelago e si scende nel bosco che costeggia lo stesso lago verso Crampiolo dove si arriva in circa 1 ora. Ancora circa 1 ora si torna a Devero percorrendo un bel sentiero verso Nord invece che scendere direttamente. Gianni, Oriana, Emilio, Alvaro, Manu QDR, Renato & Gianna 

Escursione 14

Lombardia: Colma di Sormano - Monte San Primo (CO)

 

https://flow.polar.com/training/analysis/1874778124  -   rivivi  -  relive

 

Questa escursione è molto tranquilla, non impegnativa ma molto panoramica. Si parte dalla Colma del Piano sopra Sormano (1.124 m.), dove si può lasciare l'auto, si prende il sentiero che parte dietro al bar della colma in direzione N fino ad arrivare alla Colma del Bosco e poi raggiungere l'Alpe Spessola (1.237 m.). Si sale verso NW fino ad arrivare al passo a W del monte Ponciv. Bellissimo il panorama verso N con i due rami del lago di Como e la punta di Bellagio in mezzo, dietro tutta la catena delle Alpi. Si prosegue sulla facile cresta in direzione W fino ad arrivare alla cima del Monte San Primo (1.686 m.) in comode 2.30 h. Per la discesa si prende il sentiero più largo che resta più in basso della cresta percorsa all'andata e in direzione E si ritorna verso l'Alpe Spessola. Da qui si scende in direzione SW passando per il rifugio Alpetto di Torno fino ad arrivare al Pian del Tivano, poi circa 2 km da percorrere in leggera salita per fare ritorno alla Colma del Piano (2 h. dalla cima). Emilio, Alvaro, Renato & Gianna 

Copyright (c) 2010 Quelli di Rozzano   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso